Yoga e nutrizione: perché è importante

La cultura della nutrizione è una delle componenti più importanti della filosofia yoga, infatti la maggior parte degli yogi sono vegetariani.
Ad oggi, il vegetarianismo ha un enorme numero di sostenitori e il loro numero aumenta ogni giorno. Questo è meraviglioso perché con questa scelta contribuiamo a rendere il nostro futuro più sano.

La dieta vegetariana, correttamente composta, ha un effetto benefico sul corpo; è una dieta sana che rafforza potentemente il sistema immunitario, così come documentato da numerosi studi scientifici. L’indubbio vantaggio di questo sistema alimentare è la totale assenza di restrizioni nell’uso di cibi vegetali sani.

La nutrizione vegetale deve essere lo stile alimentare da seguire da tutti quelli che vogliono vivere una vita lunga e felice. L’alimentazione vegetale è consigliata a tutti, dal bambino all’anziano, dalle donne in gravidanza alle persone impegnate in intensi lavori fisici.

Se tu che fai yoga continui a mangiare animali e altri esseri viventi molto probabilmente non sai cosa sia la compassione, la legge del karma e la reincarnazione.
Da un punto di vista medico, gli yogi considerano il cibo vegetariano come quello più utile all’organismo umano perchè meno inquinante del cibo di origine animale.

Quali sono gli alimenti da escludere o ridurli al minimo?

  1. Carne e prodotti a base di carne.

Oltre alle ragioni etiche e morali, l’ingestione di carne e prodotti a base di carne è dannosa per la salute umana. La carne contiene sostanze chimiche tossiche, assunte dall’animale attraverso il cibo che ingerisce. Il cibo a base di carne avvelena l’intero corpo, provoca processi di decomposizione nell’intestino che porta all’invecchiamento precoce.

  1. Non utilizzare grassi animali nella cottura dei cibi.

Dovresti smettere di utilizzare grassi animali per la preparazione dei cibi, è meglio sostituirli con oli vegetali (girasole, mais, oliva, ecc.). I grassi animali incidono sul funzionamento del fegato, della cistifellea e causano varie malattie. Inoltre, i grassi animali contribuiscono alla comparsa di aterosclerosi.

  1. Escludere dalla dieta zucchero e prodotti saturi .

Gli amanti del dolce devono sostituirlo con frutta, bacche, frutta secca e miele. Lo zucchero porta alla comparsa del cancro, alla distruzione prematura dei denti, causa una rottura dello scambio di sostanze.

  1. Eliminare prodotti a base di farina preparati con lievito (torte, tortini, biscotti, budini, ecc.) perché danneggiano la microflora intestinale.
  2. Limitare il consumo di latte e latticini.

Gli Yogi non si oppongono al latte e ai latticini, ma raccomandano di consumarli moderatamente. Il latte è un alimento molto utile nei bambini e non negli adulti. Nessun animale infatti allo stato adulto consuma latte (non prendere in considerazione i cani e gatti domestici, a cui le persone hanno insegnato a bere latte). In un adulto, specialmente dopo i 40 anni, una grande quantità di latte e latticini sconvolge il metabolismo.

Pertanto, è necessario ricordare la moderazione nell’assunzione di latte e prodotti lattiero-caseari.

Si ritiene che nel mondo ci siano cinque tipi di droghe, in particolare:

  1. droghe nel senso letterale della parola (oppio, hashish, marijuana, ecc.);
  2. alcol;
  3. tabacco;
  4. caffè
  5. tè. Tutti questi stimolatori sovreccitano il sistema nervoso, agiscono sulla psiche e incidono disastrosamente sulla salute generale delle persone ed aggravano il lavoro del fegato e degli organi emuntori.

Si raccomanda inoltre di non mangiare grandi quantità di cipolle crude e aglio, perché eccitano il sistema nervoso e irritano la mucosa del tratto gastrointestinale.

Si suggerisce di utilizzarli con altre piante o succhi senza esagerare. Cipolla ed aglio sono piante medicinali molto buone, fanno parte di molte preparazioni ayurvediche ma non devono essere consumate quotidianamente.

Si raccomanda inoltre di non consumare sale in grandi quantità, in quanto ha un effetto dannoso sul sistema cardiovascolare, distrugge le vitamine quando si cuociono le verdure, sconvolge il metabolismo nel corpo.

Non mangiare cibi troppo caldi o troppo freddi, e nemmeno alternare piatti caldi e freddi in un pasto perché influisce negativamente sullo smalto dei denti e può causare varie malattie agli organi digestivi.

RACCOMANDAZIONI NUTRIZIONALI:

Si consiglia di consumare alimenti vegetali, frutta e verdura, poiché si ritiene che i prodotti vegetali siano il cibo naturale dell’uomo. Consigliatissimo mangiare una grande varietà di verdure, frutta, frutta secca, bacche, miele e legumi; ottimo anche bere centrifugati di verdura e frutta.

Cerca di cucinare il cibo il meno possibile. I cibi sottoposti a trattamento termico a lungo subiscono un deprezzamento biologico.

Probabilmente, molti hanno notato che al mattino non si ha tanta voglia di mangiare, ma comunque le persone hanno imparato a fare colazione automaticamente. Abbiamo bisogno di cibo quando c’è la sensazione di fame, il desiderio di mangiare. E se non c’è un tale desiderio, allora è meglio saltare i pasti o mangiare quando si ha voglia.

È importante mangiare solo quando si ha fame e mai per noia o perché ci si trova in compagnia; ricorda che mangiamo per vivere e non viviamo per mangiare.

È importante anche come si mangia: occorre masticare ogni singolo pezzo di cibo a tal punto che scompare nella bocca, quasi come se si sciogliesse. La digestione inizia nella bocca, solo quel cibo ben masticato e ben inumidito dalla saliva sarà ben assorbito dal corpo. Chiedi ai tuoi amici quanto masticano un cibo prima di ingoiarlo; per esempio, quanto masticano un pezzo di pane, molti risponderanno che masticano tra le 5 e le 10 volte, invece è auspicabile masticare ogni pezzo almeno 30 volte (ci sono opinioni che arrivano perfino a 100 e 200 volte).

Con una tale masticazione, tutto il cibo mangiato è quasi completamente assorbito. Masticando molto il cibo assumerai inoltre meno cibo perché sentirai prima il senso di sazietà.
Non c’è da stupirsi infatti quando uno yogi afferma che si sente soddisfatto e sazio anche solo con una crosta di pane, perché non lo mangerà come faremmo noi.

È importante anche che gli alimenti liquidi (succhi, decotti, latte, ecc.) vengano masticati nella bocca, mescolati con la saliva e poi ingeriti, così facendo rallenta l’ingestione di cibo e migliora l’assorbimento dei nutrienti.

Per concludere, diamo alcune indicazioni relative alla dieta crudista.

Quando viene ingerito cibo crudo, bisogna scegliere alimenti che non sono stati sottoposti a trattamento termico.

Questa dieta non è per tutti; se vi sentite però pronti per questo, non posso che congratularmi con voi per questa scelta.

Il cibo crudo aiuta a purificare il corpo dalle tossine accumulate, raffinare la percezione dei sapori e consente al corpo di ricostruire sé stesso e avere una dieta più nutriente.

Bisogna capire che il cibo è solo una parte della nostra esistenza e non sostituisce lo sviluppo spirituale.

Cerca di svilupparti in modo completo, sforzati di sviluppare ogni aspetto della tua vita, che consiste in molte sfaccettature.

(Basato sull’articolo di A. Zubkova; questo materiale è stato tratto dal sito www.oum.ru)

 

 

CONDIVIDERE CON GLI AMICI
Scuola Yoga Contemporaneo
Valuta articolo
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (10 rating, 2 votes)