L’incanto di risalire sulla Montagna magica

CAMMINATA CONSAPEVOLE AL LAGO NERO (Malciaussia)

Un viaggio fra antichi e moderni metodi di yoga e consapevolezza, combinando respirazione, camminata, meditazione, presenza e esercizi vari….

PROGRAMMA:
Ritrovo alle 09:00 al Lago Malciaussia.
YOGA in quota.
CAMMINATA CONSAPEVOLE  verso lago Nero.
Per chi desidera c’è la possibilità di fermarsi per la  merenda sinoira presso il rifuggio Vulpot dopo la camminata. Serve la prenotazione anticipata .

DA PORTARE:
Il tappetino, abiti comodi, le creme solari, scarpe da trekking, giacca a vento, acqua, cibo.

PROGRAMMA DETTAGLIATO:
1. Ottimizzazione posti in modo da prendere poche auto.
2. Il ritrovo sarà al parcheggio di Rifuggio Vulpot alle 9:00.

3. CAMMINATA CONSAPEVOLE AL LAGO NERO.

Prima di partire prepariamo il corpo con gli esercizi particolari di Sukushma Vyayama Yoga.

Dopo la sessione di yoga faremo diverse soste meditative lungo il percorso con la possibilità di praticare un “cammino consapevole” e goderci quindi al meglio lo “stare in presenza, vivendo nel qui-e-ora”.

Durante la Camminata sperimentiamo diversi esercizi di *PRESENZA, PRANAYAMA (tecniche di respiro) e YOGA*, al cospetto del Rocciamelone 3538 m, ammirando i paesaggi che tolgono il fiato.

Le tecniche respiratorie che praticheremo all’altezza di 2000 m aiutano a sviluppare la forza polmonare, e rafforzare il nostro sistema immunitario.

YOGA NIDRA. Al bordo di Lago Nero faremo la pratica di Yoga Nidra (il rilassamento profondo).

Facciamo la merenda al Lago Nero, poi schendiamo.  La distanza non è lunga, ma camminnando “consapevolmente” ci mettiamo piu’ tempo.

 

4. CENA. Alla fine della giornata per chi desidera la POLENTA potremo cenare al rifugio VULPOT attaccato al lago.

5. RIENTRO

La passeggiata è molto bella, sul monte del lago artificiale di Malciaussia in alta Valle di Viù al cospetto del Rocciamelone 3538 m. Il Lago Nero è per dimensioni il secondo lago naturale delle Valli di Lanzo, dopo il Gran Lago d’Unghiasse 2468 m. in Val Grande di Lanzo.
Bella la fioritura di rododendri a inizio estate e inizio autunno (quando la strada che sale al Malciaussia è ancora aperta) con i cespugli di mirtillo che assumono la classica colorazione nerastra.
Una leggenda vuole che, al venerdì sera, nei pressi dello specchio d’acqua si ritrovino le “masche” (streghe) per celebrare i loro riti.

Descrizione itinerario:
lasciata l’auto subito dopo il rifugio Vulpot, si continua sulla sterrata che costeggia la sponda del lago.
Oltrepassati i casolari di Pietramorta si va ad attraversare il lago su un ponticello, subito dopo ad un bivio, si va a sinistra (indicazioni, a destra si sale al rifugio Tazzetti). Seguendo l’ampia traccia si arriva in breve ad un colletto (solitamente invaso da un gregge di pecore) da dove si ha un bel colpo d’occhio sul lago sottostante.
Senza cambiare direzione si percorre un tratto pianeggiante, per poi riprendere a salire lungo la mulattiera con alcuni tornanti.
Mantenendo sempre la sinistra e seguendo le indicazioni riportate sulle paline descrittive, inizia un lungo traverso ascendente sino ad un dosso erboso e si entra infine in vista del Lago Nero che si raggiunge con una breve discesa.
Il rientro avviene per il medesimo percorso.

Le iscrizioni si raccolgono fino alle ore 14 del venerdì.

Il programma può subire variazioni relativamente alle condizioni del tempo.
Per costi, informazioni ed iscrizioni scrivete oumyoga.it@gmail.com oppure chiamate al 335.474980

Il racconto di un’allievo yogi

 

CONDIVIDERE CON GLI AMICI
Scuola Yoga Contemporaneo
Valuta articolo
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (15 rating, 3 votes)