VIPARITA KARANI o posizione invertita

L’asana che dà giovinezza e salute al corpo e alla mente
“C’è una cura miracolosa,
che non dà il nettare (lunare) per bruciare nel fuoco del sole. ”
~ Hatha Yoga Pradipika su Viparita Karani

Come è noto, nell’ hatha yoga ci sono diversi asana chiamati “Royal”, che potenziano la salute e forniscono un’azione anti-invecchiamento, agendo sulla parte psico-fisica per il reindirizzare il flusso di energia.
Uno di questi meravigliosi asana prende il nome di Viparita Karani (Viparita Karani Mudra).
In alcuni testi, questa pratica è talvolta chiamata “viparita kari mudra”, che ha lo stesso significato.

Traduzione dal sanscrito:
“Posizione psichica invertita”
• viparit – “invertito”
• karani – “make”
• mudra – “la chiusura, la posizione mentale”
• asana – “posizione del corpo”: questo nome è spesso tradotto come “la posa invertita”

Effetti fisiologici e terapeutici di VIPARITA KARANI

  • aiuta a drenare il sangue e la linfa dagli arti inferiori alla testa, riducendo il gonfiore delle estremità;
    • migliora il flusso e la circolazione sanguigna prevenendo la formazione di vene varicose;
    • rinvigorisce i muscoli facciali;
  • allena la sospensione degli organi interni, elimina la loro discesa;
    • sviluppa la forza delle mani;
  • aiuta a distendere la pelle del viso,
    migliorandone l’aspetto;
    • favorisce il rilassamento dei muscoli;
    • aumenta la pressione intracranica e il conseguente abbassamento della pressione arteriosa;
    • favorisce la digestione, previene l’anemia e aiuta a combattere la stitichezza;
    • rallenta la comparsa dei capelli grigi/bianchi.

Effetto energetico e mentale
• aiuta la digestione;
• migliora la circolazione dell’energia nei chakra: Vishuddha, Muladhara e Svadhisthana;
• calma il sistema nervoso,riducendo il livello di stress e di ansia;

  • ha un potere antidepressivo;
    • è un ottimo rimedio contro l’insonnia e il mal di testa.

Esistono varie forme di esecuzione Viparita Karani, come quella di praticarla con il supporto del muro mantenendola a lungo, stando in una meditazione profonda, che è in grado di produrre una pulizia corpo e livelli di coscienza a tutti e anche di aumentare l’energia Kundalini.

Nel libro “A New Look at Traditional Yoga Therapy” di Swami Sivananda sono rappresentate le differenti esecuzioni di Viparita Karani. Svolgete la forma base di Viparita Karani per 3-5 minuti al giorno, e ciò vi consentirà di migliorare notevolmente la forma fisica.

Qui di seguito sono descritti i passaggi per poter eseguire la forma base di Viparita Karani

  1. Sdraiarsi sulla schiena, appoggiando i piedi contro il muro, usandolo come supporto;
    2. Sollevare il bacino al livello desiderato (è possibile utilizzare asciugamani piegati, posizionati sotto la vita)
    3. Se risultasse faticoso sollevare la parte inferiore del tronco, e alzare le gambe.

Il Mudra Viparita Karani di base è raccomandato anche per le donne in stato interessante.
Dopo il Viparita Karani Mudra è consigliato eseguire la posizione Shavasana.

L’ordine di esecuzione della forma completa di Viparita Karani

Secondo la tecnica di esecuzione del Viparita Karani, l’asana è molto simile a Sarvangasana (la candela), e l’ingresso nell’asana è lo stesso

1.Sdraiarsi sulla schiena. Mani sul pavimento, lungo il tronco, con i palmi rivolti verso l’alto. Le gambe sono unite e allungate in avanti. Rilassare tutto il corpo.

2. Inspirare profondamente e sollevare le gambe formando un angolo di 90 gradi rispetto al pavimento, quindi continuare a muoversi, sollevare il bacino (le gambe dovrebbero essere dritte e posizionate indietro rispetto alla testa). Per sollevare il bacino, usare le mani, appoggiandole sul pavimento con i gomiti. Le ossa pelviche si appoggiano sui palmi delle mani.

3.Le gambe rimangono dritte perpendicolari al pavimento

4. Quando l’asana è stabile, eseguire “khechari mudra” (la punta della lingua tocca il palato superiore proprio dietro i denti anteriori).

5. Respirare profondamente con la pancia. Cercare di rilassarsi per rimanere rilassati con il bacino sui palmi.

Eseguite l’asana per 1-2 minuti e aumentate poco a poco ogni volta.

Nella versione finale di Viparita Karani, è importante mantenere i Bandha.

Occorre dare particolare importanza alla respirazione, che dovrebbe essere fluida e distesa.

Come uscire dalla posizione: fate un respiro, durante l’espirazione, rilassate la schiena sul pavimento e successivamente le gambe. Fate tutti i movimenti lentamente.

Dopo aver terminato gli asana è consigliabile rilassarsi un po ‘in Shavasana o fare un asana di compensazione.

Viparita Karani ha molti effetti positivi, tuttavia è necessario prestare attenzione durante l’esecuzione poiché esistono alcune controindicazioni come le seguenti:

può favorire l’innalzamento della pressione sanguigna;
• può dare origine a congestione nasale, sinusite e infiammazione agli occhi e alle orecchie;
• se non eseguito correttamente, può provocare gravi lesioni al collo e alla schiena;
• Iperfunzione della ghiandola tiroidea;

Non deve essere eseguito se c’è alcol nel sangue, dopo aver fumato o bevuto caffè. Meglio evitare durante i giorni di mestruazione.

Infine, leggiamo un’altra citazione dal grande trattato yogico Hatha Yoga Pradipika

“La pratica regolare di Viparita Karani Mudra rafforza il fuoco digestivo; così lo yogi deve mangiare adeguatamente, assumendo cibo sufficiente. Con una nutrizione insufficiente, un fuoco digestivo rafforzato impoverisce il corpo “.

Articoli correlati

Surya Bhedana Pranayama Hatha Yoga Pradipika di Surya Bhedana Pranayama:(II, 48) " Sedendosi in modo adeguato, lo yogi deve sistemarsi in posizione comoda e inspirare le...
Alimentazione yogica LA NUTRIZIONE YOGICALa prima e più basilare pratica è la nutrizione. Dona plasticità al corpo, rilassamento muscolare, lubrificazione articolare, ...
Il trattamento energetico Bars: il massaggio alla ... Cosa sono i BARS®?I BARS sono“barre di energia” che tutti quanti abbiamo nel nostro corpo. Questo trattamento si rallenta le onde celebrali, dissi...
Yoga al Lago Nero di Malciaussia: il racconto di u... Alzarsi alla mattina presto non è facile specie dopo aver dormito poche ore.Siamo la metà dei partecipanti rispetto alla volta precedente. Ma è u...
SIAMO TROPPO ABITUATI AL CIELO È davvero curioso vedere come la nostra mente applichi a ogni espressione un atteggiamento giudicante e separativo e filtri ogni concetto, ogni paro...